Avviso pubblico per il conferimento di un incarico ai sensi dell’art. 110, comma 1, del D. Lgs. n. 267/00 a tempo pieno (36 ore settimanali) per istruttore direttivo tecnico categoria D, posizione economica D1, cui conferire la responsabilita' del Settore 3° bis - LL.PP.

Con determinazione del responsabile del 1° Settore Reg. Gen. n. 130 del 14.03.2018 e' stato approvato lo schema di avviso pubblico per il conferimento di un incarico ai sensi dell’art. 110, comma 1, del D. Lgs. n. 267/00 a tempo pieno (36 ore settimanali) per istruttore direttivo tecnico categoria D, posizione economica D1, cui conferire la responsabilita' del Settore 3° bis - LL.PP.

La domanda di partecipazione dovrà materialmente pervenire al Comune di Morciano di Leuca entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 30.03.2018.

La data per il colloquio èinizialmente fissata al giorno 05.04.2018 alle ore 10.30 è posticipata al giorno 06.04.2018 alle ore 15.30 e si terrà presso la Sala Consiliare del Comune, Piazza Giovanni Paolo II.

Il Responsabile del Procedimento relativo al presente avviso è il Responsabile del 1° Settore Dott. Giovanni Cassiano, ed i termini previsti per la conclusione della procedura selettiva sono indicati in giorni 60 (sessanta) dalla data di pubblicazione del presente avviso.

Per informazioni e chiarimenti, gli interessati possono rivolgersi al Responsabile del 1° Settore dalle ore 10.00 alle ore 12.00 del martedì e del giovedì al numero di tel. n. 08333/743100 indirizzo di posta elettronica segreteria@comune.morcianodileuca.le.it, indirizzo di posta elettronica certificata segreteria.comune.morcianodileuca.le@pec.rupar.puglia.it.

Criteri e modalità di valutazione delle prove concorsuali

Modalità di selezione e criteri di valutazione

Ai fini del conferimento dell'incarico, il Sindaco si avvarrà di un’apposita Commissione.

La Commissione formulerà una graduatoria, sulla base di un punteggio complessivo di punti 40, di cui 10 punti per la valutazione dei titoli e curricula e 30 per il colloquio.

La Commissione effettuerà una valutazione comparativa dei curricula dei candidati, verificando la coerenza tra il profilo oggetto dell’avviso pubblico e la qualificazione professionale e culturale che emerge dai curricula è avrà a disposizione un massimo di 10 punti da attribuire secondo i seguenti criteri:

a. Titoli di studio Max Punti 3

Per i titoli di studio, i complessivi 3 punti sono attribuiti in proporzione al voto.

Diploma di laurea (vecchio ordinamento o specialistica) Max Punti 2,00

Laurea con lode Punti 0,25

Ulteriore laurea attinente la professionalità richiesta Max Punti 0,50

Master post- universitario o corsi di specializzazione riconosciuto Punti 0,25 per ogni corso

b. Titoli di servizio Max Punti 3

In questa categoria è valutabile il servizio prestato con contratti subordinati a tempo determinato e/o indeterminato prestati presso Enti pubblici. I punti sono attribuiti per periodi pari o superiori a 3 mesi (per ciascuno dei periodi di tre mesi). Le frazioni pari o superiori a 15 giorni si arrotondano per eccesso ed equivalgono ad un mese.

Servizio in qualifica analoga o superiore Punti 0,50

Servizio in qualifica immediatamente inferiore Punti 0,20

Servizio in qualifica inferiore di due livelli Punti 0,10

c. Titoli vari Max Punti 3

In questa categoria sono valutabili solo i titoli che hanno attinenza con la professionalità connessa la profilo da ricoprire e che non trovino valutazione nelle voci precedenti. Nello specifico:

Pubblicazioni scientifiche (per pubblicazione) Punti da 0,10 a 0,50

Corsi di formazione riconosciuti con esame finale (per singolo corso)Punti 0,20

Corsi riconosciuti di durata superiore a 300 ore con esame finale:

- Con soglia di accesso costituita dalla laurea Punti 0,60

- Con soglia costituita da titolo inferiore Punti 0,30

d. Curriculum Vitae Max Punti 1

In questa categoria sono valutate complessivamente le attività professionali e di studio svolte, non riferibili ai titoli valutati nelle precedenti categorie, che evidenzino il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco della carriera. Vi rientrano, a titolo esemplificativo, tirocini, partecipazione a congressi, convegni, seminari, anche come docente o relatore, incarichi di insegnamento. Nell’ipotesi di insignificanza del CV, la Commissione ne dà atto e non attribuisce punteggio.

COLLOQUIO MOTIVAZIONALE: punti 30

Il colloquio motivazionale sarà finalizzato a verificare le caratteristiche attitudinali e l’idoneità del candidato a ricoprire il ruolo di responsabile del settore.

La data per il colloquio inizialmente fissata al giorno 05.04.2018 alle ore 10.30 è posticipata al giorno 06.04.2018 alle ore 15.30 e si terrà presso la Sala Consiliare del Comune, Piazza Giovanni paolo II.

La mancata presentazione al colloquio equivale a rinuncia alla selezione, anche in caso di impedimento derivante da causa di forza maggiore o caso fortuito.

La prova si intende superata qualora il candidato abbia riportato la votazione di almeno 21/30.

Maggiori dettagli nel Bando allegato.